Rete “RPD: Reti-amo”

Il Responsabile della Protezione dei Dati (RPD)

Benvenuto nell’ Area dedicata alla rete “RPD: RETI-AMO”, siamo tanti e con competenze diverse ma con un obiettivo comune:

fare squadra per confrontarci e condividere problematiche similari.

L’obiettivo ambizioso è di creare sinergie fra RPD che svolgono il loro ruolo in settori diversi quali la sanità, la Scuola, Pubblica la Amministrazione, il Sociale ecc.

Perché aderire visto che di reti rivolte ai RPD ce ne sono già tante?

Non ho garanzie che possa andare bene e soprattutto possa essere utile professionalmente ai partecipanti, so per certo però che farò il possibile affinchè grazie a questa rete nascano nuove collaborazioni ed iniziative utili a promuovere la figura del RPD.

Il tutto con la semplicità e la passione che ci contraddistingue.

 

Gli incontri della Rete

  •  31 Marzo 2022 ore 18.00 – Incontro online con tante novità

Sarà presente il Dott. Giuseppe Giuliano, già Funzionario del dipartimento attività ispettive del Garante per la protezione dei dati personali che ci fornirà degli spunti sulla gestione di un audit da parte del Rpd.

Per ragioni organizzative, chiediamo di confermare la presenza via mail all’indirizzo: segreteria@associazionedirittiprivacy.it

Per maggiori informazioni: 0541-1798438

    Richiesta di ammissione alla rete “RPD: Reti-Amo”

    La preghiamo di inserire i Suoi dati identificativi:









    I contributi dell' Autorità Garante

    LINEE GUIDA E FAQ

    PROCEDURA DI COMUNICAZIONE, VARIAZIONE E REVOCA DEI DATI DI CONTATTO

    In base all’articolo 37, paragrafo 7, del Regolamento occorre che i soggetti pubblici e privati comunichino al Garante per la protezione dei dati personali il nominativo del Responsabile della Protezione dei dati, se designato.

    Questa disposizione mira a garantire che le autorità di controllo possano contattare il Responsabile della Protezione dei Dati in modo facile e diretto, come chiarito nelle Linee guida sui Responsabili della Protezione dei Dati (RPD) adottate dal Gruppo Articolo 29 (WP243 rev. 01 – punto 2.6).

    Si ricorda, infatti, che in base all’articolo 39, paragrafo 1, lettera e) del Regolamento, il Responsabile della Protezione dei Dati funge da punto di contatto fra il singolo ente o azienda e il Garante.

    E’ disponibile una procedura online per la comunicazione, variazione e revoca del nominativo all’indirizzo:https://servizi.gpdp.it/comunicazionerpd/s/

    ATTENZIONE: Tale procedura è l’unica che può essere utilizzabile per l’invio, la variazione e la revoca dei dati di contatto del Responsabile della protezione dei dati e non potranno essere prese in considerazione le comunicazioni effettuate attraverso diversi canali di contatto con il Garante (es. e-mail, posta, ecc.). Attraverso la procedura indicata non è consentito presentare quesiti, richieste e istanze al Garante, in quanto predisposta unicamente per la ricezione delle informazioni relative al Responsabile per la protezione dei dati. Per le altre istanze, si prega di utilizzare i moduli specificatamente messi a disposizione sul sito.

    Per facilitare i soggetti tenuti all’adempimento, nella sezione dedicata alla procedura, sono disponibili le istruzioni e un facsimile in formato .pdf – da non utilizzare per la comunicazione al Garante – che consentono di familiarizzare con l’adempimento e verificare (prima di iniziare la compilazione online) quali saranno le informazioni richieste.

    MANUALE PER I RESPONSABILI DELLA PROTEZIONE DEI DATI (RPD)

    Un manuale per supportare i Responsabili della Protezione dei dati (RPD) dei soggetti pubblici nell’applicazione del Regolamento Ue 2016/679.

    Il manuale delinea e illustra con esempi pratici il ruolo e gli specifici compiti del RPD operante in un soggetto pubblico, e contemporaneamente affronta e approfondisce temi generali come l’evoluzione normativa in tema di protezione dei dati e privacy, in ambito Ue e non solo; l’applicazione del principio di accountability; i diritti degli interessati; il trasferimento dei dati all’estero; i meccanismi di compliance previsti dal Regolamento.

    Il testo, scaricabile gratuitamente è frutto di una collaborazione transnazionale che ha coinvolto esperti giuristi e funzionari delle autorità di controllo di diversi Paesi, tra cui il Garante italiano.

    FORMAZIONE E STRUMENTI

    Il progetto T4DATA (ossia “Training For Data”) prevede una serie di attività transnazionali di formazione dei formatori (realizzate nel 2018) e, a livello nazionale, numerose iniziative formative gratuite dedicate ai Responsabili della Protezione dei Dati (RPD) operanti presso i soggetti pubblici, tra cui un ciclo di seminari in varie città d’Italia e una vasta offerta di webinar tenuti da esperti giuristi e funzionari e dirigenti del Garante e dedicati ad approfondire numerosi temi del Regolamento (UE) 2016/679 e della disciplina nazionale in materia di protezione dei dati personali.

    Slide presentate durante l’evento formativo T4DATA del 26 giugno 2019

    Slide presentate durante l’evento formativo del 7 giugno 2019

    – Evento formativo: il Garante incontra i Responsabili della Protezione dei Dati (RPD)
    Prime indicazioni utili per l’attuazione dei compiti e per la definizione delle modalità di relazione con l’Autorità.
    (Bologna, 24 maggio 2018)

    – Il Responsabile della Protezione dei dati (RPD) in ambito pubblicoIntervento tenuto nel corso dell’incontro “Regolamento UE. Il Garante per la protezione dei dati personali incontra la PA” (Bari, 15 gennaio 2018)